Medicina Interna

La medicina interna è la disciplina che a partire dai sintomi clinici presentati dall’animale si propone di trovare una diagnosi e una terapia opportuna, per ciascun caso. Naturalmente si avvale di tutte le altre discipline della medicina (diagnostica di laboratorio, neurologia, dermatologia etc), per raccogliere il maggior numero di indizi possibili.

Ecco un esempio pratico: Charlie è un cane Yorkshire Terrier maschio di 3 anni, che da qualche giorno ha manifestato malessere generale e diminuzione dell’appetito. La Proprietaria lo porta in Clinica perché da qualche ora prova ad urinare ma non ci riesce.

Dopo un’accurata visita clinica vengono eseguiti esame radiografico ed ecografico che dimostrano la presenza di numerosi calcoli di piccole dimensioni localizzati nella vescica e nell’uretra, che impediscono il normale deflusso dell’urina. Abbiamo quindi diagnosi di ostruzione uretrale secondaria alla presenza di calcoli lungo il tratto urinario.

Viene applicato a Charlie un catetere urinario per permettere di urinare ed evitare conseguenze gravi dell’ostruzione (ad esempio insufficienza renale acuta-“blocco renale”), quindi Charlie viene ricoverato per ricevere opportune terapie.

Il medico internista è quindi una specie di “Investigatore” che raccogliendo “indizi” (informazioni sul caso clinico e sintomi clinici), deve svelare il colpevole dei sintomi (fare una diagnosi) e quindi risolvere il caso (impostare una terapia).

Si occupano di Medicina Interna la Dott.ssa Francesca Fiorio e la Dott.ssa Roberta Lamperti.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com